Buccari

Scheda tecnica:

Movimento CRONOGRAFO ELETTRONICO MYOTA OS20 CON FUNZIONE 24 ORE
Cassa Acciaio
Diametro cassa 44 mm
Spessore cassa 12,50 mm
Ansa 22 mm
Vetro Minerale
Fondo a vite
Corona a vite
Impermeabilità 10 ATM
Cinturino Bracciale in acciaio con estensione
Quadranti Nero e grigio indici applique luminosi

La Beffa di Buccari

L’azione ricordata come “La Beffa di Buccari” si svolse nel febbraio 1918 ed ebbe principalmente l’effetto di risollevare il morale italiano abbattuto dalla recente disfatta di Caporetto. Nonostante non abbia portato il perseguimento di obiettivi particolari, rimane nella storia per l’audacia degli uomini che la compirono, tra i quali, a bordo del MAS 96 vi era Gabriele D’Annunzio.

Tre M.A.S. al comando di Costanzo Ciano penetrarono per 80 km nella costa istriana tra le difese nemiche senza essere scorte e raggiunsero la baia di Buccari, dove stazionavano le unità navali austriache. I marinai italiani lanciarono alcuni siluri contro le navi avversarie, quindi riguadagnarono il largo tra l’incredulità degli austriaci, lasciando nel mare tre bottiglie ornate di nastro tricolore con all’interno un messaggio satirico.